“Non chiederti cosa possono fare lo Stato o gli “altri” per loro. Chiediti cosa puoi fare TU. Ecco perché ARTquake!”

 Il terremoto è un evento che, prima ancora che la terra, fa tremare l’anima, il cuore. Non occorre esserne vittime dirette, che ti crolli il mondo attorno e che ti ritrovi, in pochi secondi, a ricominciare da zero.

E’ un evento che genera panico, quello silenzioso e profondo che ti si radica dentro, minando alla base il castello di sabbia di certezze acquisite e fino ad allora indiscusse. E poi l’impotenza, l’impossibilità di fare qualcosa contro l’ineluttabile. Terrore panico che non ti lascia tregua. E pena, quella nobile, verso tante persone che in una frazione di vita, dopo tanto lavoro e tante speranze, si trovano senza più nulla.

E’ un dovere etico, prima ancora che un obbligo frutto della necessità, operarsi per aiutare chi in questo momento vive la drammaticità degli eventi e l’angoscia per un futuro incerto. In questa ottica credo sia doveroso anche da parte di chi vive “la parte più bella del mondo”, l’arte, adoperarsi per aiutare chi ha bisogno ora più che mai.
L’idea è quella, supportata primariamente dallo Zonta Club International di Reggio Emilia, dall’Accademia di Belle Arti di Bologna e dal Comune di Reggio Emilia, col patrocinio di Federnotai Emilia Romagna ed il supporto tecnico della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, di organizzare una raccolta di opere d’arte donate da artisti di tutta Italia (sono già più di 500 le adesioni, anche da parte di importanti protagonisti della scena artistica nazionale) la cui vendita sia finalizzata alla ricostruzione dei comuni di Rolo (RE), Cavezzo (MO) e Quistello (MN), fortemente colpiti dal sisma.

A questo progetto, significativamente intitolato “ARTquake”, “il sussulto dell’arte”, che non ha altro protagonista se non l’aiuto alle popolazioni colpite, sono chiamati a partecipare artisti d’ogni parte d’Italia, curatori, critici e galleristi dalle formazioni più disparate, semplici cittadini. Ad ognuno di loro verrà semplicemente chiesto di donare un’opera che successivamente, sotto l’egida ed il severo controllo di Zonta International Club, entrerà a far parte di una mostra pubblica a Reggio Emilia prima di essere posta all’asta per devolverne il ricavato a favore delle popolazioni colpite. Abbiamo già raccolto l’adesione del Comune di Reggio Emilia e dei suoi Civici Musei, dei principali operatori culturali del Comune di Reggio Emilia: Alberto Agazzani, Francesca Baboni, Lia Bedogni, Giuseppe Berti, Alessandra Bigi Jotti, Emanuele Filini, Massimo Mussini, Umberto Nobili, l’Ateliers Viaduegobbitre. Ci attendiamo l’adesione dei vari Club Service operanti sul territorio: Rotary, Lions, Soroptimist.

La mostra si svolgerà presso il prestigioso spazio dei Chiostri di San Domenico, a Reggio Emilia, dall’11 luglio al 5 settembre, perciò le opere dovranno pervenire all’organizzazione entro e non oltre il 30 giugno. Le opere saranno esposte con l’indicazione di un’offerta minima d’acquisto diretto (on-line presso il sito www.artquake.it o tramite un apposito modulo con bonifico bancario) per l’acquisto diretto: le opere rimaste invendute “direttamente” saranno oggetto di una lotteria nel corso del finissage del 5 settembre.

Il ricavato sarà interamente messo nelle mani dei sindaci di Rolo , Cavezzo e Quistello.

COME PROCEDERE PER L’ACQUISTO
Le opere saranno poste in vendita dall’11 luglio, data di inaugurazione della mostra.
Da quel momento sarà possibile acquistare le opere direttamente dalla pagina www.artquake.it

Fino all’11 sarà possibile inviare offerte d’acquisto inviando un’email all’indirizzo artquake.donazioni@gmail.com
Le offerte maggiori alla data dell’11 luglio si saranno aggiudicate l’opera.
Successivamente un’email comunicherà l’assegnazione dell’opera e le coordinate bancarie per il pagamento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...