Posts contrassegnato dai tag ‘mostra’

M. Radagia
 STALLO: 07.02.2014 dalle 18.30 alle 22.00 Atelier degli Artisti 
 Circonvallazione Gianicolense 22A (150mt dalla Stazione di Trastevere), Roma
Come per le nostre codine, abbiamo cercato uno stallo per presentarvi il CANEndario 2014.
Questa mostra itinerante è stata realizzata grazie all’ospitalità di persone speciali che sanno che “l’Amore va oltre
Durante la mostra sarà acquistabile un catalogo molto speciale… il CANEndario 2014!!!
“L’AMORE VA OLTRE…” La bellezza dei trovatelli è negli occhi di chi guarda.
Cosa ci fa una ragazza bella e sensuale, accucciata sull’erba a coccolare un cagnolone senza pedigree… E come è possibile incantare un quattrozampe, solo con la forza della tenerezza, come fosse un serpente…. E ancora, com è tenero rassicurare tra le braccia muscolose e tatuate, un cucciolo appena abbandonato alla sua sorte? La risposta è Sì: perchè L’AMORE VA OLTRE, chi siamo e come siamo. L’amore è qualcosa che si percepisce, non si guarda e basta. Queste sono alcune delle provocazioni d’amore di “Canendario 2014”: gli scatti-evento di Stefania Isabella Massoni nei 360 giorni, dedicati al “Rifugio delle code felici Onlus”.
Lei è una no profit photografy: i suoi scatti, i suoi viaggi, la sua missione è fare del bene, unendo alla causa caritatevole ‘il lato estetico’ della stessa. Quello che c’è in ogni ritratto, che sia un bambino, un remoto villaggio o, in questo caso, un Rifugio per Cani abbandonati. Quest’anno il “Canendario 2014”, che diventerà una mostra, è stato il set scelto dalla fotografa per immortalare i suoi scatti. Un posto semplice, caldo d’estate e freddo d’inverno,fatto di erba, cucce e tante code scodinzolanti che aspettano l’adozione di una famiglia. Proprio lì, dove i cagnolini sono ospitati, ragazzi e ragazze si sono offerti come modelli e hanno lanciato una provocazione a chi guarda: tu cosa vedi? Una bella ragazza in deshabillér, una scollatura audace, un uomo muscoloso, un bel volto provocante….oppure, semplicemete, l’amore? Quello che da sempre lega gli esseri umani ai loro cani.
Perchè L’AMORE VA OLTRE negli scatti di Stefania. E’ quello che unisce tutti noi ai nostri quattrozampe, che siano belli e profumati, o vecchietti pieni di acciacchi, che i nostri cagnolini abbiano un mantello spelacchiato e magari tre zampine, segno indelebile di un crudele abbandono, non è importante.
L’AMORE VA OLTRE. Non si ferma a guardare come siamo fuori, ma quello che possiamo darci l’un l’altro. Coccole, sorrisi, tenerezza, in questo caso una famiglia per sempre.
E poi ci sono loro i cagnolini accuditi dai volontari del Rifugio delle Code Felici Onlus. Bellissime creature, molto spesso abbandonate dalle famiglie che li avevano presi da piccoli e, quelli nati per strada: che non hanno mai conosciuto un divano o il calore di un abbraccio. La battaglia dei volontari è rendere la loro vita migliore: trovargli una casa vera, è la missione principale. Ma non fargli mancare amore, attenzioni, oltre che cibo e cure è la vita di tutti i giorni: che sia Natale o Ferragosto.
Se volete aiutare questi cagnolini fantastici ad affrontare un inverno migliore, acquistate il CANENDARIO 2014 e andate sul sito ci sono tanti modi, picccoli e grandi, per dimostrare che, anche per voi, L’AMORE VA OLTRE… E non è mai sprecato…
per acquistare il CANEndario 2014 potete scrivere a:
cov13
SECONDO STALLO: 13.12.2013 dalle 19-00 ART Gallery Via Francesco Gai 6/8 , Roma
Come per le nostre codine, abbiamo cercato uno stallo per presentarvi il CANEndario 2014.
Questa mostra itinerante è stata realizzata grazie all’ospitalità di persone speciali che sanno che “l’Amore va oltre
Durante la mostra sarà acquistabile CANEndario 2014!!!
“L’AMORE VA OLTRE…” La bellezza dei trovatelli è negli occhi di chi guarda.
Cosa ci fa una ragazza bella e sensuale, accucciata sull’erba a coccolare un cagnolone senza pedigree… E come è possibile incantare un quattrozampe, solo con la forza della tenerezza, come fosse un serpente…. E ancora, com è tenero rassicurare tra le braccia muscolose e tatuate, un cucciolo appena abbandonato alla sua sorte? La risposta è Sì: perchè L’AMORE VA OLTRE, chi siamo e come siamo. L’amore è qualcosa che si percepisce, non si guarda e basta. Queste sono alcune delle provocazioni d’amore di “Canendario 2014”: gli scatti-evento di Stefania Isabella Massoni nei 360 giorni, dedicati al “Rifugio delle code felici Onlus”.
Lei è una no profit photografy: i suoi scatti, i suoi viaggi, la sua missione è fare del bene, unendo alla causa caritatevole ‘il lato estetico’ della stessa. Quello che c’è in ogni ritratto, che sia un bambino, un remoto villaggio o, in questo caso, un Rifugio per Cani abbandonati. Quest’anno il “Canendario 2014”, che diventerà una mostra, è stato il set scelto dalla fotografa per immortalare i suoi scatti. Un posto semplice, caldo d’estate e freddo d’inverno,fatto di erba, cucce e tante code scodinzolanti che aspettano l’adozione di una famiglia. Proprio lì, dove i cagnolini sono ospitati, ragazzi e ragazze si sono offerti come modelli e hanno lanciato una provocazione a chi guarda: tu cosa vedi? Una bella ragazza in deshabillér, una scollatura audace, un uomo muscoloso, un bel volto provocante….oppure, semplicemete, l’amore? Quello che da sempre lega gli esseri umani ai loro cani.
Perchè L’AMORE VA OLTRE negli scatti di Stefania. E’ quello che unisce tutti noi ai nostri quattrozampe, che siano belli e profumati, o vecchietti pieni di acciacchi, che i nostri cagnolini abbiano un mantello spelacchiato e magari tre zampine, segno indelebile di un crudele abbandono, non è importante.
L’AMORE VA OLTRE. Non si ferma a guardare come siamo fuori, ma quello che possiamo darci l’un l’altro. Coccole, sorrisi, tenerezza, in questo caso una famiglia per sempre.
E poi ci sono loro i cagnolini accuditi dai volontari del Rifugio delle Code Felici Onlus. Bellissime creature, molto spesso abbandonate dalle famiglie che li avevano presi da piccoli e, quelli nati per strada: che non hanno mai conosciuto un divano o il calore di un abbraccio. La battaglia dei volontari è rendere la loro vita migliore: trovargli una casa vera, è la missione principale. Ma non fargli mancare amore, attenzioni, oltre che cibo e cure è la vita di tutti i giorni: che sia Natale o Ferragosto.
Se volete aiutare questi cagnolini fantastici ad affrontare un inverno migliore, acquistate il CANENDARIO 2014 e andate sul sito ci sono tanti modi, picccoli e grandi, per dimostrare che, anche per voi, L’AMORE VA OLTRE… E non è mai sprecato…
per acquistare il CANEndario 2014 potete scrivere a:

CANEndario

“L’AMORE VA OLTRE…” La bellezza dei trovatelli è negli occhi di chi guarda

un Rifugio per Cani abbandonati è stato il set scelto dalla fotografa Stefania Isabella Massoni per immortalare i suoi scatti per il “CANEndario 2014”.
Un posto semplice, caldo d’estate e freddo d’inverno, fatto di erba, cucce e tante code scodinzolanti che aspettano l’adozione di una famiglia.
Proprio lì, dove i cagnolini sono ospitati, ragazzi e ragazze si sono offerti come modelli e hanno lanciato una provocazione a chi guarda: tu cosa vedi?
Una bella ragazza in deshabillé, una scollatura audace, un uomo muscoloso, un bel volto provocante…oppure, semplicemente, l’amore?
Quello che da sempre lega gli esseri umani ai loro cani.

STAY TUNED

Please help me to have a chance to showcase in Paris and gain the attention of the global art market… Simply click on the photo, open the link and VOTE for me… Thank you for your support  🙂

Mi date una mano per avere l’opportunità di esporre le mie fotografie a Parigi e poter raggiungere il mercato dell’arte… E’ semplice, basta cliccare sulla foto, si aprirà un link e cliccate sul tasto “VOTE“… Grazie per il vostro supporto

IMG_0003

Vietnam

Gran Opening 14 marzo 2013 h. 19.30

Mostra fotografica di Roberto Morelli,
a cura di Simone Durante e Raffaella Corbetta

in collaborazione con ASSOCIAZIONE NAZIONALE ITALIA VIETNAM per l’amicizia, la cooperazione, gli scambi culturali e scientifici e CENTRO DI STUDI VIETNAMITI

Sotto gli auspici del CONSOLATO ONORARIO IN TORINO E GENOVA.

www.photoart12.com
simone@photoart12.com

Orari Mostra:
14 Marzo – 24 Aprile
Lun-Ven  h.10-13 16-19
o su appuntamento (3480366363)
Ingresso libero

IL NATALE SI AVVICINA E GLI AMICI DELL’EMILIA HANNO ANCORA BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO !!!

E COSA C’E’ DI MEGLIO CHE ACQUISTARE UN’OPERA D’ARTE IL CUI RICAVATO SARA’ DEVOLUTO IN BENEFICENZA ????

VI ASPETTIAMO NUMEROSISSIMI DALL’8 DICEMBRE AL 16 GENNAIO

Spazio Art E’ – Via Battaglione Toscano 1/b Reggio nell’Emilia

ARTER

Vernissage sabato 10 novembre ore 19,00

Fabbricaimmagine – Via dei Tre Pupazzi, 5/a Roma


“ECCE ARTIST” di Michele La Porta

“Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso; e si usano le opere d’arte per guardare la propria anima.” E’ questo il tema della Mostra internazionale “ECCE ARTIST” – AUTORITRATTO D’ARTISTA, a cura di Mariagrazia Benvenuti e Alessandro Stacchi, organizzata da “FABBRICAIMMAGINE” con il patrocinio di Roma Capitale.
Soli 20×20 cm, un apparentemente confine o gabbia, per esprimere la sconfinata percezione di se stessi che, proprio di lineare e “regolare nelle forme”, sembra non avere nulla. Una raccolta di opere di piccolo formato, eseguite con qualsiasi tecnica e materiale, digital, pittura, fotografia, collage aperto anche alla scrittura e alla poesia, che è sembrata una sfida.
I meccanismi psichici che si manifestano nelle dinamiche dell’autoritratto, partendo dal contrastante rapporto che abbiamo con la nostra immagine e la percezione che gli altri hanno di noi, diventano, quindi, la messa in scena di queste risultanti.
Elaborare un’immagine, un volto o una forma che siano espressione della nostra identità non è, però, un’impresa semplice.
Il senso di identità, infatti, non può prescindere anche dalla materializzazione della percezione interiore che è ben più complessa dello schema corporeo, suppur ne funga da inevitabile contenitore o “specchio”.
L’autoritratto, collegando i modelli percettivi e analitici degli elementi interni ed esterni è, per l’artista, un mezzo per interrogarsi, scandagliarsi e celebrarsi.
E’ l’espressione creativa della necessità di dare sostanza e visibilità alla pluralità delle proprie maschere ma anche un manifesto psicologico con il quale dare un corpo e una rappresentazione alle proprie ansie, insicurezze, lacerazioni, debolezze, consapevolezze, ricchezze e speranze.
Speranze, spesso, di ancorarsi alla Storia, dando a se stessi un senso di immortalità, rappresentando quel doppio che sopravviverà e resterà eterno.